Skip to content

La libertà di una piazza

10 luglio 2008

Martedi 8 Luglio io ero in piazza Navona a Roma a esprimere il mio profondo dissenso, come cittadino della repubblica, contro quanto questo sta realizzando per la giustizia di questo paese, per l’Italia. Ho aderito senza nessun imbarazzo, e continuo ad essere serenamente convinto delle motivazioni che non sento in contraddizione con il mio essere componente del Partito Democratico. Se devo provare un senso di timidezza lo sento per i toni che una manifestazione, la cui organizzazione è stata segnata dalla libertà di espressione e dal rispetto nei confronti delle istituzioni debba essere travisata, tradotta e piegata all’esigenza politica di chi ha deciso di non partecipare, di non esserci.

La libertà di espressione è una materia che nel tempo che osserviamo svolgersi sotto i nostri occhi diviene progressivamente meno semplice a causa di un falso e presuntuoso moralismo che si è diffuso tra i grandi esponenti della società italiana e che tristemente come una dolorosa malattia investe anche i singoli cittadini.

Ognuno in democrazia si assume la responsabilità delle sue espressioni e questo sta agli individui che noi dobbiamo tutelare permettendo la libera espressione. Il segno di una manifestazione, ritengo, è dato non da cosa viene detto da chi interviene ma dalla linea costruita per poterla organizzare. Questa corsa al facile giudizio, sembra la strategia di un fallimentare arrocco.

Questa nostra libertà perde pezzi.

Annunci

From → analisi

3 commenti
  1. non commento il tuo post, bensì sollecito un commento sulla festa dell’unità (o più filologicamente corretto festa de l’unità). sono molto curiosa

  2. GrimFang permalink

    Quale libertà perde i pezzi?
    Quella che sbianchetta Bolzaneto, non tanto per le sole 15 condanne su 45 imputati, ma perché prescrive il tutto e lascia il via alle sole cause civili?
    Quella che, come dice Casini, si astiene su di un lodo Alfano di cui in Italia non si sente il bisogno solo perché “così si attua una mediazione con l’altra proposta, insostenibile, del decreto cancella processi”? Mediazione con cosa, coi capricci di un matto? E la tua posizione politica, il tuo punto di vista quale sarebbe 2non ho una posizione basta che medio tra quello che c’è”?
    Non so a quale libertà ti riferisca, m’assale un certo senso di nausea.
    Amo il mio paese, sono orgoglioso di essere italiano. Semplicemente mi domando come cavolo abbiamo fatto a finire con questa classe politica…
    Scusa lo sfogo; sai che so benissimo a quale libertà ti riferisci.
    E’ solo che suona sempre più vuota.

  3. T`ho rubato un pezzo di post per un intervento ai Castelli! Mi prostro al copyright!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...