Skip to content

Storie di fantasmi e primarie

14 dicembre 2010

Nel 2012 in Francia sono previste le elezioni presidenziali, elezioni che la sinistra non vince da 23 anni. Le aspettative sono alte, il desiderio di riscatto diffuso e caricato dalle recenti vittorie alle elezioni amministrative, la vittoria sembra essere prossima, possibile ed imminente. Il momento perfetto per una crisi di nervi del partito socialista.

Nell’ottobre del 2009 gli iscritti del partito socialista in un congresso insolitamente partecipato si esprimono a larga maggioranza (68%) per rompere gli indugi sul metodo di selezione del prossimo candidato alla presidenza, è l’ora del partito nuovo. Tutti i simpatizzanti iscritti alle liste elettorali, lasciando almeno euro di contributo, potranno votare legittimando il candidato alla presidenza, altri aspetti non secondari come tempi per le candidature o la data delle primarie non vengono formalizzati. Qualcuno nell’entusiasmo cita anche il Partito Democratico italiano e come nel Partito Democratico i probabili candidati hanno subito cercato accordi di non aggressione reciproca, è l’inizio del dramma. (continua a leggere su qdR)

Annunci

From → qdr

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...