Skip to content

Insofferenza PD

16 novembre 2011

Che si tratti di una cena tra amici, di una chiacchera al Bar o di un lancio di agenzia non è mai un buon segno quando si viene paragonati a Jello Biafra. Non lo è nemmeno quando ad un ragionamento invece che reagire partendo dal merito degli argomenti lo si riduca ad una mera valutazione del grado di antipatia. Eviteremo di direi, infine, che un incontro seguito da migliaia di persone con attenzione e partecipazione possa essere delegittimato con la sorprendente valutazione di estraneità. In pochi mesi in un crescendo le reazioni della maggioranza del Partito Democratico vincitrice del congresso del 2009 hanno dato prova di una insofferenza crescente nei confronti di chi non si adegua alla semplificazione identitaria della politica, verso chi caricandosi della responsabilità delle proprie proposte voglia misurarsi su queste trova invece sistematicamente una forma di resistenza radicale a tutto ciò che viene percepito come diverso ed estraneo.

Il Partito Democratico fin dal giorno della sua fondazione ha purtroppo dimostrato una debolezza endemica nel costruire luoghi di battaglia politica interna tali da costruire una proposta condivisa, complice l’atteggiamento ondivago di coloro che ne guidano le aree principali che sono sembrati nei fatti maggiormente interessati a condividere la guida del partito più che impegnarsi nella qualità della proposta politica che il PD avrebbe dovuto rappresentare in Italia. (continua a leggere su Gazebos)

Annunci

From → Gazebos

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...