Skip to content

L’incertezza che c’è

25 luglio 2012

“L’insufficiente calo dello spread e’ dovuto alle insufficienze della governance dell’Eurozona e alle insufficienze rilevanti sulle decisioni del Consiglio del 28-29 giugno, oltre che all’incertezza del quadro politico” Così in una dichiarazione del Presidente Monti che ha sollevato più di un sopracciglio e che per alcuni sarebbe un attacco rispetto ai processi di decisione di uno stato democratico. E’ utile ricordare che lo Spread è un sintomo, l’ultimo sintomo di una malattia che attanaglia l’Italia da 30 anni, e che nessuno, nostro malgrado, è riuscito a curare fino in fondo. Abbiamo avuto governi migliori di altri e soluzioni di emergenza che ci hanno allontanato dal dover ammettere che un pezzo dell’Eurozona costruiva le premesse per economie più stabili e competitive della nostra.

La nostra malattia non è il distacco tra bund e btp ma un sistema Italia affaticato da un uso prolungato da strumenti di intervento pubblici nella gestione dell’economia interna Italiana, di un’asimmetria tra quelle energie nuove e giovani che dall’introduzione di sistemi di flessibilità sul mercato del lavoro dalla metà degli anni 90 hanno dovuto vivere e crescere in una competizione sleale con quelle forze già presenti e tutelate. Un’Italia che nell’indice della libertà economica stilato dall’Heritage foundation insieme al Wallstreet journal alla fine del 2011 è collocata penultima appena avanti la Grecia nei paesi dell’eurozona. Un’Italia dove chi voglia realizzare le proprie aspirazioni e contribuire in questo modo a produrre ricchezza e benessere per tutti deve prima di tutto sfidare l’assurdo groviglio di lacci e lacciuoli che farebbero impallidire l’azzeccagarbugli manzoniano. E a queste energie offriamo un’istruzione e un sistema paese non solo inefficiente ma vorace, che pur non correggendo le proprie insufficienze continua invece a crescere. (continua a leggere su Gazebos)

Annunci

From → Gazebos

Lascia un commento

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...